Windows10 Update Creators nel dettaglio

Windows 10 update creators, nel dettaglio

Eccoci a parlare del primo vero Service Pack1 per Windows 10….. chiamato per questa edizione con il nome di Creators Update finalmente disponibile in versione finale nei canali tradizionali e automatizzati. Il nuovo feature update è stato rilasciato il 5 aprile attraverso gli strumenti manuali ufficiali offerti da Microsoft, ma a partire dall’11 aprile si può scaricare attraverso Windows Update senza installare altri tool sul proprio PC. In realtà non tutti riceveranno sin da subito l’avviso dell’aggiornamento, dal momento che nella fase di roll-out si darà la precedenza principalmente ai sistemi più moderni. La compagnia prevede che Creators Update sarà disponibile per tutti nelle prossime settimane.

Il nuovo aggiornamento viene rilasciato come da tradizione in forma del tutto gratuita per tutti gli utenti Windows 10, e i primi utenti possono installarlo attraverso Windows Update scaricando il pacchetto per intero e poi installandolo sul PC in uso. Come al solito utilizzando questo metodo si mantengono tutti i dati presenti sul sistema, così come le impostazioni scelte dall’utente. Prima di riavviare il computer per installare l’aggiornamento è assolutamente consigliato portare a termine tutti i lavori urgenti perché ricordiamo che l’installazione di Creators Update richiede più tempo rispetto ad un aggiornamento cumulativo normale. Il feature update non è comunque l’unica novità.

L’11 aprile Microsoft ha infatti rilasciato parecchi update cumulativi per le diverse versioni di Windows. Di seguito traduciamo le novità per il Creators Update, riportando i link al sito ufficiale per le novità previste per le precedenti versioni: Anniversary Update, Windows 10 v. 1511, Windows 10 originale.

Windows 10 Creators Update, aggiornamento cumulativo (KB4015583)

  • Sistemati alcuni problemi con le informazioni aggiornate del fuso orario
  • Aggiornamenti di sicurezza a: Scripting Engine, libreria libjpeg per l’elaborazione delle immagini, Hyper-V, driver kernel-mode di Windows, Adobe Type Manager Font Driver, Internet Explorer, Graphics Component, Active Directory Federation Services, .NET Framework, Lightweight Directory Access Protocol, Microsoft Edge e Windows OLE.

Windows 10 Creators Update, novità

Passiamo rapidamente in rassegna le novità del Creators Update, fra quelle principali: con il nuovo aggiornamento è ad esempio possibile configurare il sistema al primo avvio mediante l’uso della voce grazie a Cortana, con l’intero processo che in ogni caso può essere portato a compimento tradizionalmente con mouse e tastiera. C’è inoltre la Game Mode, che dovrebbe ottimizzare risorse e priorità per offrire il massimo con in videogiochi. Microsoft ha inoltre aggiunto il supporto al picture-in-picture per le applicazioni video, anche quelle di terze parti. Film e TV e Skype integrano già questa funzionalità, ripresa nello stile da quelle presenti su iOS e Android.

Creators Update introduce inoltre l’impostazione Luce Notturna per ridurre l’emissione di luci blu del display e favorire il sonno, Dynamic Lock che blocca il PC quando questo rileva che non c’è nessuno ad utilizzarlo e Paint 3D, un tool per la creazione e la stampa di oggetti tridimensionali. Troviamo inoltre diverse novità su Windows Hello e Microsoft Edge, oltre ad una gestione più profonda sull’installazione degli aggiornamenti e la privacy in generale. Si tratta di novità, assieme a molti altri piccoli cambiamenti, che migliorano l’esperienza d’uso in previsione di un nuovo aggiornamento del sistema operativo atteso per fine anno e sulla carta più innovativo.

Come installare Windows 10 Creators Update

Abbiamo detto che per installare Windows 10 Creators Update è sufficiente andare nelle Impostazioni su un sistema che ha Windows 10 installato e nella schermata Windows Update selezionare e installare il nuovo aggiornamento. Non tutti però riceveranno il nuovo feature update in questi giorni, con l’attesa che potrebbe dilungarsi anche di parecchie settimane per chi ha un sistema non troppo moderno. Per ridurre, o meglio azzerare, l’attesa è sufficiente tuttavia seguire le indicazioni di Microsoft e installare manualmente l’ultima versione di Windows.

Ci sono due metodi: il primo è installare l’Assistente Aggiornamento di Windows 10 con cui si può decidere di aggiornare il proprio sistema senza perdere nessuno dei dati salvati. Il secondo metodo è con il Media Creation Tool di Microsoft, una soluzione che consigliamo soprattutto a chi intende installare il sistema su più macchine. Media Creation Tool permette ad esempio di scaricare l’ISO dell’ultima versione del sistema operativo o creare un drive di installazione (USB o DVD) automaticamente. Si tratta di uno strumento che offre anche la possibilità di installare l’aggiornamento mantenendo tutti i dati e le configurazioni attuali del sistema.

Ecco 2 link utili dal sito ufficiale microsoft per approfondire

https://www.microsoft.com/it-it/windows/upcoming-features

https://www.microsoft.com/it-it/windows/features

 

 

2017-06-23T09:23:08+00:00